Ado Furlanetto nasce a Treviso nel 1945. Inizia l’attività artistica nel 1977.

Ha partecipato a innumerevoli mostre collettive e ne ha allestito di personali.

Tra le più importanti città troviamo: Treviso – Casa dei Carraresi, Reggia di Caserta, Napoli – Castel dell’Ovo, Villa Farsetti- S.Maria di Sala (VE),

“IL Roncal” – Cividale del Friuli (UD), Villa Policreti – Castello di Aviano(PN), Palazzo d’Attimis-Maniago (PN), Roma, Venezia, Como, Pordenone, Avellino, Perugia, Trento, Sacile (PN), Abbazia di Sesto Al Reghena (PN), Novara, Venzone (UD), Casarsa (PN), Campomolino (TV), Cervia (RA), Palmanova (UD), Parma.

All’estero ha esposto a Parigi nel 1998 e nel 2016, in Polonia (nel museo di Breslavia), Helsinki, Stoccolma, Istanbul, Buenos Aires, Stoccarda, Budapest.

E’ pubblicato sul CAM – Catalogo dell’Arte Moderna – edito Mondadori – Gli artisti Italiani dal primo Novecento ad oggi- anno 2016 e anno 2017.

Le sue opere sono permanenti in Musei e in collezioni pubbliche e private in Italia, in Europa e negli Stati Uniti d’America (USA).

Dal 2016 collabora con la casa di moda ” Terre del Vento” di Treviso la quale ha replicato alcune delle sue opere su tessuto in fibra naturale, realizzando così capi unici nel loro genere.
Sono un’artista particolare, completamente autodidatta, nasco come grafica pubblicitaria ma l’ amore per l’arte e la pittura mi portano inevitabilmente verso svariate sperimentazioni artistiche.

Nel 2007 l’incontro con una pietra molto speciale durante una passeggiata in campagna,
segna per sempre il mio destino artistico e da quel momento mi converte ad una passione creativa per i sassi.
Nello stesso anno inizio a fare i primi semplici assemblaggi di sassi dipinti, dando vita a originali e uniche composizioni artistiche,
creando una tecnica diversa e del tutto nuova, che oggi, centinaia di persone cercano di copiare e di cui, orgogliosamente mi sento artefice.

Grazie a tanta pazienza e infinita passione questa mia arte è cresciuta inaspettatamente, arrivando a livelli che mi sorprendono e
mi riempiono di soddisfazione ogni giorno.

La ricerca dei sassi è probabilmente il passaggio più importante, li raccolgo con molta cura e passione un po’ ovunque, ogni posto regala sassi diversi :
Alcuni sassi sono così belli in natura che per rispetto mi limito solo a pulire in modo da mettere in risalto le naturali venature e colori, altre volte,
quando si tratta di pietre banali con poca personalità, decido di intervenire con il colore per valorizzarle al massimo.
Successivamente i sassi vengono lavati e asciugati al sole, per poi essere dipinti e assemblati.

Lavoro in modo intuitivo, non seguo schemi, non preparo bozzetti, mi lascio guidare da ciò che mi suggeriscono i sassi,
con i quali ho un rapporto istintivo, li definisco “elementi timidi con un’anima e una loro personalità nascosta”, io cerco solo di trovarla.
Oltre alle pietre che naturalmente sono l’elemento predominante, utilizzo talvolta altri materiali che servono ad arricchire le mie composizioni,
come legno, piccoli ramoscelli, pezzi di vetro, frammenti di specchi, plastica, cartone, stagno, argilla, ferro, rame, miscugli di terre…
tutti elementi che una volta assemblati collaborano magicamente tra loro creando armoniche composizioni, ed invitando l’osservatore ad
una visione poetica della vita.

“Per la maggior parte delle persone un sasso è solo un sasso…non per me.”

Amo le mie creazioni, e adoro realizzare qualsiasi soggetto, anche le richieste su commissione sono stimolanti, ogni volta che un pezzo mi lascia, un po 'di me lo accompagna per sempre.

error: Contenuto protetto